By SOLE

La transizione dalle sorgenti tradizionali alle sorgenti Led rappresenta sicuramente l’elemento di discontinuità più importante che il mercato dell’illuminazione abbia mai vissuto. I recenti accadimenti che hanno scosso l’economia mondiale, e la costante ricerca di soluzioni d’illuminazione meno energivore, hanno dato un deciso impulso a questa tendenza, la quale peraltro è ampiamente supportata da agevolazioni finanziari e iniziative legislative in molte nazioni del mondo.
Il caso più eclatante riguarda la messa al bando delle sorgenti a incandescenza, evento che ha spalancato alle applicazioni Led l’immenso mercato legato alla “lampadine” tradizionali. Secondo gli analisti di McKinsey, il 2015 sarà l’anno del sorpasso definitivo che porterà la tecnologia Led, entro il 2020, a conquistare il 70% del mercato globale dell’illuminazione generica e il 90% del mercato dell’illuminazione architetturale. Un altro elemento che sta spingendo i Led verso la conquista del mercato è sicuramente il graduale calo dei prezzi delle sorgenti, con andamenti che stanno registrando – a secondo delle ricerche di mercato – riduzioni comprese tra il -14 e il -24% nel quinquennio 2010-2015. Questo sta avendo un effetto positivo sui tempi di rientro dell’investimento rispetto alle sorgenti tradizionali, fattore che ha sempre ostacolato la diffusione dei Led soprattutto negli ambiti domestici. Le stime indicano che il payback di una lampada Led nel 2016 sarà pari a meno di due anni, contro i 3,9 anni di una lampada compatta a fluorescenza.
Stante il dirompente ingresso dei Led sulla scena del settore, McKinsey stima che il mercato globale dell’illuminazione (generale, automotive e backlinghting) toccherà nel 2020 una quota intorno ai 100 miliardi di euro, con una crescita del 5% fino al 2016 e del 3% successivamente. In termini geografici, l’Asia arriverà nel 2020 ad assorbire il 45% del giro d’affari legato al mercato dell’illuminazione. Dei numerosi fattori che stanno influenzando l’industria dell’illuminazione, tre in particolare hanno un impatto determinante. Il primo è la situazione macroeconomica; il secondo è la crescente attenzione verso l’efficienza energetica, supportata dalle nuove regolamentazioni; il terzo sono le azioni intraprese dai governi per limitare l’uso di alcune tecnologie energivore. L’impatto della crisi economica mondiale sul settore deriva soprattutto dal mancato acquisto di beni, in particolare auto e abitazioni, i due mercati finali più importanti per l’illuminazione. Tuttavia, gli analisti sottolineano come questa tendenza sia controbilanciata in parte del mercato della sostituzione (sia per rinnovo sia per riparazione), il cui andamento è abbastanza elastico ai trend macroeconomici essendo legato principalmente al numero di prese già installate e alla vita delle sorgenti. Oltre alle turbolenze economiche, ciò che sta condizionando l’andamento del mercato sono le varie iniziative pubbliche dedicate all’efficientamento dell’illuminazione in atto in tutto il mondo.

Leggi l’articolo completo

SOLE
About SOLE
Il futuro dell’illuminazione nei led